La tecnica Swish Brow all’Eyebrow Festival
Di Silvia Tranà
Pubblicato 28 Marzo 2019

Un debutto all’evento internazionale del Worldwide Eyebrow Festival

Sul palco internazionale di Rotterdam presenterò “Swish Brow” la tecnica nata dall’idea della mia collega Rita Molinaro e dalle mie mani. La mente fatica a realizzare cosa sta per succedere ma il cuore lo sapeva da anni, lo stesso cuore che ora batte forte forte. Tante emozioni, la sorpresa e la gratitudine, eccomi Rotterdam! Ricordo che circa 3 anni fa mi è stato chiesto di immaginare come mi sarei vista da lì a qualche anno. Di getto ho risposto (e l’ho anche scritto nero su bianco!) due palpitanti paroline che nei miei sogni avevano l’effetto pirotecnico di un fuoco d’artificio: Master Internazionale. Il cuore già desiderava profondamente e intuiva.

Sognando Worldwide Eyebrow Festival

Tra poco più di un mese, a maggio, ho l’occasione di prendere parte al più importante evento internazionale del settore: il Worldwide Eyebrow Festival. Questo festival, come suggerisce il nome, è un happening che vede protagonista il trucco permanente a 360 gradi. Un evento unico in cui i migliori maestri di PMU, Microblading e altri specialisti di bellezza si uniscono da tutte le parti del mondo per condividere le novità e gli ultimi sviluppi del settore. Oltre a parlare e mostrare le tecniche più innovative vengono toccati argomenti molto importanti per la professione tra cui la sicurezza sul lavoro e la scelta del colore sicuro conforme alla normativa europea.

Le potenzialità della tecnica del “fruscio”

A Rotterdam ho l’onore e il piacere di mostrare la mia ultima tecnica, un protocollo nato da una brillante idea di Rita Molinaro e messa a punto grazie alla mia esperienza nel settore, la Swish Brow.

Come un sussurro tra le foglie la tecnica “Swish” evoca un suggestivo movimento cromatico: abbiamo pensato di proporla e condividerla così questa esperienza. Di cosa si tratta? Questa tecnica prevede l’utilizzo di un ago specifico poco utilizzato nel settore, uno strumento che invece ha molteplici e interessanti peculiarità. L’ago è lo Slope, nello specifico ci sono 3 o 5 aghi in fila, disposti parallelamente. Questo “magico” ago permette di creare una tecnica realistica in modo semplice e veloce. I peli tatuati saranno subito perfetti sin dai primi passaggi. È possibile creare anche un’ombreggiatura con lo stesso ago in modo da far risultare il lavoro “vibrante”. Tecnica veramente utile in particolare nei casi di “Cover Up” ed è fantastica anche perché si può utilizzare su tutti i tipi di pelle. Ciò che mi piace di questa tecnica che io e Rita abbiamo elaborato è che prevede poche e semplici regole…poi non rimane altro che lasciarsi andare, seguire la creatività e appassionarsi!

Un altro desiderio

Mi sento di ringraziare le persone che ho incontrato e con cui ho lavorato, questa tecnica nasce dall’esperienza grazie al contributo di tutti. A questo punto non vedo l’ora di proporre e condividere la tecnica Swish Brow. Un’altra cosa che mi piacerebbe? Ritrovare il quadernino su cui avevo scritto quel particolare sogno che sta per realizzarsi.

Resta al passo con gli aggiornamenti:

iscriviti alla Newsletter!

    Autorizzo al trattamento dei dati personali per invio di newsletter, inviti ad eventi marketing e servizi analoghi, comunicazioni commerciali e/o promozionali