Sopracciglio maschile su alopecia: sfida accettata!
Di Silvia Tranà
Pubblicato 2 Marzo 2022

La consapevolezza di lavorare come dermopigmentista

Lavorare non è facile, non lo è se fai un lavoro che non ti piace e non lo è neanche se fai un lavoro che ti piace.

Se il tuo lavoro non ti piace e non ti gratifica, professionalmente o economicamente, non è facile per ovvi motivi.

Se la tua professione coincide con le tue passioni e le tue attitudini diventa ancora più difficile lavorare. Perché? Perché vuoi crescere, vuoi fare sempre meglio, vuoi capire, vuoi innovare e ci lasci pezzi di cuore in quello che fai. Insomma non ti accontenti. 

Questa è la chiave per quanto riguarda il lavoro di dermopigmentista: per accontentare gli altri non devi accontentarti tu, devi andare oltre. Per me funziona così e devo dire che ci ho messo anni a capirlo. Anni di cadute e di voglia di rialzarmi ammettendo con consapevolezza di non aver imboccato proprio l’uscita giusta per trovarmi nel posto che era il mio.

Ora è diverso e per ogni sfida accettata c’è sempre una consapevolezza in più guadagnata!

Silvia Tranà dermopigmentazione

Le 3 regole d’oro per chi vuole fare Dermopigmentazione con il Cuore

Ho compreso che per fare bene le regole sono semplici:

  1. prova, fai pratica;
  2. confrontarti, condividi con colleghe e colleghi;
  3. studia, con entusiasmo e curiosità.

Spesso mi sono sentita dire: “Lavori sempre, partecipi in continuazione a competizioni internazionali e a contest online, ma quando ti riposi?” E io puntualmente penso con perplessità “Ma da cosa devo riposarmi? Quello che faccio mi piace e mi sorprende ogni giorno di più.” C’è da considerare inoltre che offrendo formazione, da un punto di vista deontologico, la crescita per me è un (indispensabile e piacevolissimo) dovereSe non cresco io non ho l’opportunità di far crescere chi studia e collabora con me. Si tratta di un meccanismo direttamente proporzionale. 

Un giorno Leonardo mi chiede aiuto per il suo problema di alopecia universale

“L’alopecia, perché proprio a me?” Il primo incontro con Leonardo e questa è stata la sua prima frase. Leonardo non mi chiede subito aiuto o info sui trattamenti che si possono fare, questo ragazzo giovane e brillante decide di sfogarsi e di aprirsi. Io quello sfogo lo raccolgo volentieri perché mi dice molto sulla sua personalità. Questo è importante perché è alla base del trattamento che andrò a fare così la tecnica che sceglierò sarà quella più adatta a lui. Per la qualità e la riuscita del lavoro vanno raccolti dati ed accolte emozioni. 

Senza sopracciglia mi sento nudo

Leonardo ha un colore degli occhi interessante, un’iride le cui sfumature vanno dal marrone al verde. Gli piacciono i suoi occhi, non vuole nasconderli sempre con gli occhiali da sole ma senza si sente nudo perché non ci sono più le sue sopracciglia. Quel giorno che l’ho incontrato mi dice: “Senza sopracciglia sono nudo e tutti mi guardano”. Non finirò mai di ringraziarlo perché quella frase mi ha colpita, mi ha fatto aprire gli occhi e ha fatto leva. Ho sentito come una scossa e un impeto, ho pensato che volevo e potevo aiutarlo. Per l’alopecia, sia universale che areata, ci sono tecniche e trattamenti efficaci che si possano implementare quindi gli ho detto sdrammatizzando: “Ehi Leo, dài che adesso ti creo un abito su misura così non ti senti più vulnerabile senza vestiti”.

Realtà e sopracciglio realistico

Ho ripensato al primo incontro con Leonardo quando, nella primavera del 2021, ho deciso di partecipare al Primo Instagram Contest sopracciglio realistico che premia la Progettazione Virtuale Sopracciglio Maschile Alopecia UniversaleIl concorso, causa pandemia, si è svolto online. L’obiettivo era una simulazione di un sopracciglio maschile su pelle alopecia. Il sopracciglio maschile, rispetto a quello femminile, cambia per struttura e tecnica. La realtà inoltre è che la pelle con alopecia non è semplice da trattare poiché priva di annessi cutanei come le ghiandole sebacee, ecc. ma si possono ottenere dei risultati soddisfacenti. 

foto tatuaggio sopracciglia su alopecia universale

Il Contest per realizzare un sopracciglio realistico maschile su pelle con alopecia 

Il gruppo Dermopigmentisti nel Cuore ha organizzato tutto tramite un sistema di numeri assegnati ad ogni concorrente. La Cirillo eventi ne ha curato il merchandising. Ogni partecipante ha inviato privatamente i lavori nel lasso di tempo dal 25.03.2020 al 01.04.2020. Poi la giuria li ha pubblicati anonimamente su Instagram utilizzando i numeri abbinati alle concorrenti e ai concorrenti.  Il giudice di gara Matteo Perazzi dell’ Accademia Italiana PMU ne ha valutato la progettazione virtuale e i risultati.

I lavori sono stati giudicati in base ai criteri di: 

  • naturalezza;

  • colore;

  • somiglianza al sopracciglio che c’era prima della perdita di peli.  

La tecnica del sopracciglio realistico

Il sopracciglio deve risultare fedele a quello che c’era prima.

Le sopracciglia devono stare sopra ai muscoli che sono responsabili dell’espressività delle emozioni. Parliamo degli stessi muscoli studiati dai poliziotti che fanno gli interrogatori che osservano la muscolatura per capire se l’interrogato dice o meno la verità. 

Per capire l’importanza del sopracciglio e del ruolo che ha per l’espressività del viso delle persone pensa alla differenza di come Walt Disney disegna le sopracciglia di Biancaneve e della matrigna Grimilde.

Come tatuare un Sopracciglio Realistico Maschile su pelle con alopecia?

Ma cos’è l’alopecia? L’alopecia è il processo di diminuzione della qualità, cioè colore, spessore, e della quantità di capelli. Con l’alopecia universale si arriva alla scomparsa di capelli, peli, ciglia e sopracciglia. 

Quali sono ferri del mestiere per un lavoro efficace?

  • diverse manualità, expertise con dermografo e con microblading
  • conoscere aspetto pregresso, vedere le foto prima dell’alopecia
  • i colori giusti per qualità e cromie

Una curiosità: questo termine deriva dal greco ἀλώπηξ: alópex ossia volpe e indica la perdita di capelli a chiazze proprio come quella della volpe in primavera. La nomenclatura potrebbe anche derivare dal fatto che Socrate, nativo di Alopece, ne fosse affetto.

Realizzare un tatuaggio ricco di ombreggiature con un colore pieno e con dettagli  tridimensionale per simulare con fedeltà l’andatura del pelo conferirà realismo al sopracciglio.

 

Contest fotografico Instagram Dermopigmentazione

Corsi come calorimetria, correzioni 

Ricreare i marcatori di emozione è emozionante

La soddisfazione non è stata tanto quella di aver vinto questo Contest quanto quella di  aver potuto dire ad uno dei signori che ho tatuato:

“Prima eri nudo e tutti ti guardavano, ora indossi un abito bello e comodo, che ne dici?”.

“Esatto, vero, è proprio così!”

Questa è stata la risposta uno dei signori che ho tatuato, Riccardo, che mentre si guardava allo specchio annuiva con gli occhi lucidi e le sopracciglia guizzanti.

 

 

Dermopigmentazione
 alopecia_sopracciglio Totally Real dermopigmentazione sopracciglio realistico uomo

Resta al passo con gli aggiornamenti:

iscriviti alla Newsletter!

    Autorizzo al trattamento dei dati personali per invio di newsletter, inviti ad eventi marketing e servizi analoghi, comunicazioni commerciali e/o promozionali